Centro Studi Repubblica Sociale Italiana
Domenica del Corriere: settembre 1944 PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 02 gennaio 2009

Sample Image Sample Image

Sample Image Sample Image

Sample Image Sample Image 

Sample Image Sample Image

FileGiorno, mese, anno, p.Didascalia
36 a3 settembre 1944 p. 1

Continua ininterrottamente il fuoco di rappresaglia delle “V. 1” sull’Inghilterra meridionale / e sulla zona di Londra, ove le squadre di soccorso sono costrette a lavorare anche di notte / alle luci dei fari tra le macerie di quartieri distrutti. (Disegno di W. Molino) 

36 b3 settembre 1944 p. 8

Energica ripresa dei sommergibili germanici dal Mare Artico all’Oceano Atlantico. In breve tempo, / un incrociatore, una portaerei ausiliaria, quattro cacciatorpediniere, tre navi-pattuglia, una canno- / niera e sette navi da carico sono stati colati a picco: colpito in pieno col siluro e col cannone, / un piroscafo nemico si inabissa. (Disegno di W. Molino)

37 a10 settembre 1944 p. 1

A breve intervallo dall’audace attacco notturno nel porto di Ancona da parte di una nostra motosi- / lurante che ha distrutto una torpediniera di 1400 tonnellate, un altro lusinghiero successo è stato / conseguito dagli equipaggi della Marina Repubblicana al largo delle coste della Francia meridionale: / due giovanissimi arditi della X Flottiglia Mas – l’aspirante guardiamarina Sicola, di diciassette / anni, e il sottocapo motorista navale Gregorati – attaccano e affondano con il loro “mezzo d’assalto” / un incrociatore nemico. (Disegno di W. Molino)

37 b10 settembre 1944 p. 8

In un campo di concentramento di prigionieri italiani in India un gruppo di connazionali viene / sorpreso, una sera, a celebrare una festa della Patria lontana. Per soffocarla, il colonnello inglese / comandante del campo ordina ai suoi soldati di far fuoco sui prigionieri italiani. Al crepitio / dei mitragliatori risponde il grido di “Viva il Duce!”. Muoiono i capitani Pio Viale di San Remo / ed Ercole Rossi di Milano, mentre altri cinque ufficiali rimangono gravemente feriti. (Disegno di W. Molino)

38 a17 settembre 1944 p. 1

Su tutti i fronti europei continuano da parte degli “alleati” i bombardamenti e i mitragliamenti / di ospedali, treni, velivoli e automezzi della Croce Rossa germanica. Nel Mar Baltico, aerei sovietici / attaccano con bombe e raffiche di mitraglia la nave-ospedale “Berlin”. Unità di guerra tedesche, / prontamente intervenute, rintuzzano l’inumano tentativo del nemico. (Disegno di W. Molino)

38 b17 settembre 1944 p. 8

Una nobile gara di solidarietà umana è sorta fra Enti pubblici e privati per l’invio di indumenti / agli ex-internati in Germania che hanno le loro famiglie nell’Italia invasa: migliaia di pacchi / sono caricati ogni giorno sui treni per il loro inoltro a destinazione. / (Disegno di W. Molino)

39 a24 settembre 1944 p. 1

Truppe italo-germaniche, sulle zone di accesso ai valichi alpini della frontiera franco-italiana, /  stroncano tutti i tentativi nemici di penetrazione. / (Disegno di W. Molino)

39 b24 settembre 1944 p. 8

La settimana di celebrazioni del silenzioso, costante ed eroico contributo dato dalla donna italiana / alla Nazione in armi: madri e vedove di Caduti e donne di ogni condizione sociale parlano dalla / radio alle camerate per incitarle a durare nel lavoro e nel sacrificio per il riscatto della Patria. / (Disegno di W. Molino)

Ultimo aggiornamento ( martedý 20 gennaio 2009 )
 
< Prec.   Pros. >