Centro Studi Repubblica Sociale Italiana
Ma perché i comunisti mangiano i bambini? PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
domenica 10 novembre 2013

Sample Image

A rispondere a questa domanda ci ha pensato Stefano Pivato con il volume “I comunisti mangiano i bambini. Storia di una leggenda” (Il Mulino, 2013).

L’“orco comunista” arrivò in Italia nel Natale del 1943. Le famiglie furono raggelate da un articolo  comparso sulla prima pagina de “La Stampa”. “I ragazzi e bimbi italiani saranno deportati in Russia. Partiranno dalla Sicilia per un viaggio lungo lungo, che per i più non avrà ritorno”. La fantasia dei cronisti galoppò a briglia sciolta. Scene di disperazione nei porti dell’isola. Padri suicidi insieme ai figli, strappati con la morte a un destino crudele. La notizia ballò per giorni e giorni mentre i disegni di Molino sulla Domenica del Corriere e i manifesti della Rsi provvidero a fornire una documentazione iconografica.

 
< Prec.   Pros. >