Centro Studi Repubblica Sociale Italiana
Una riflessione sullo stile fascista del bresciano Asvero Gravelli
Scritto da Redazione   
giovedý 13 luglio 2017
Sample Image   Sample Image   Sample Image
Leggi tutto...
 
Una rilfessione dello storico Roberto Chiarini sull'8 settembre
Scritto da elena   
giovedý 13 luglio 2017

Così il radiomessaggio del generale Badoglio e la "fuga" del Re lasciarono il Paese nelle mani dei tedeschi

Dopo l'arresto di Mussolini era chiaro ai generali di Hitler che l'Italia si apprestava a uscire dal conflitto. Il tentativo di ingannarli, con un comunicato ambiguo, fu ridicolo e servì solo a confondere i nostri soldati

da «Il Giornale», 5 luglio 2017

 

 

«Il governo italiano, riconosciuta la impossibilità di continuare la impari lotta contro la soverchiante potenza avversaria, nell'intento di risparmiare ulteriori e più gravi danni alla Nazione, ha chiesto l'armistizio al generale Eisenhower, comandante in capo delle forze alleate anglo-americane. La richiesta è stata accolta». L'annuncio, diramato via radio dal maresciallo Badoglio la sera dell'8 settembre 1943, è quanto gli italiani si aspettavano di sentir pronunciare ormai da lunghi mesi, di sicuro dall'indomani del 25 luglio, da quando cioè la defenestrazione di Mussolini aveva fatto loro sperare che la caduta del duce fosse il passo preliminare alla sospirata fine della guerra. Non si aspettavano invece il seguito del messaggio: «Conseguentemente, - aveva chiosato il capo del governo - ogni atto di ostilità contro le forze anglo-americane deve cessare da parte delle forze italiane. Esse, però, reagiranno ad eventuali attacchi da qualsiasi altra provenienza».

Leggi tutto...
 
1935, cerimonia Balilla
Scritto da Redazione   
giovedý 13 luglio 2017
Sample Image
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 37 - 40 di 1363