Centro Studi Repubblica Sociale Italiana
Nuovo materiale inedito sui bresciani dispersi in Russia (1942-1943)
Scritto da Redazione   
mercoledì 14 settembre 2016

 Sample Image   Sample Image

Il Centro Studi Rsi ha acquisito materiale inedito riguardante i dispersi bresciani in Russia (1942-1943). Nei prossimi giorni sarà messo on line l’elenco dei nominativi di cui si è recuperato materiale: si tratta di lettere dei famigliari, missive scritte dal fronte e fotografie inviate dai vari luoghi di guerra.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 14 settembre 2016 )
Leggi tutto...
 
«I fiori del male. Donne in manicomio nel regime fascista»
Scritto da Redazione   
giovedì 08 settembre 2016

«I fiori del male. Donne in manicomio nel regime fascista» alla Casa della Memoria e della Storia

In mostra a Roma lettere, diari, referti medici sull'internamento delle donne «inadeguate alla Rivoluzione Fascista»

 

Roma. Dal 14 settembre al 18 novembre, alla Casa della Memoria e della Storia (via San Francesco di Sales, 5; lunedì-venerdì 9,30-20 ingresso libero), sarà visitabile la mostra «I Fiori del male. Donne in manicomio nel regime fascista». È il racconto, ricostruito attraverso documenti, fotografie, referti medici e lettere, di giovani madri, mogli, spose, amanti, figlie, vissute durante il ventennio e di fatto recluse dal fascismo. Ai volti delle ricoverate nel Manicomio di Sant’Antonio Abate di Teramo, chiuso definitivamente nel 1998, da cui proviene la maggior parte della documentazione, sono affiancati diari e lettere censurate rimaste nelle cartelle cliniche, relazioni mediche che raccontano la femminilità umiliata e i corpi spesso costretti all’immobilità.
Leggi tutto...
 
Quando Giovanni Battista Montini agiva come un «monument man»
Scritto da Redazione   
venerdì 26 agosto 2016

 Sample Image   Sample Image   Sample Image

Potrà sorprendere ma tra i tanti meriti da riconoscere a Papa Montini (e al fratello, senatore Ludovico) c’è anche quello di essere stato un monument man. Si sente ripetere continuamente che il vero tesoro da valorizzare per uscire dalla crisi sia il nostro patrimonio storico-artistico, non solo il più ricco ma anche ineguagliabile. Un patrimonio che si è accumulato nel corso di secoli ed ha dovuto superare traversie e ruberie di ogni fatta, ma che alla fine è giunto ai giorni nostri grazie in particolare alla preziosa opera di conservazione e di recupero di intere generazioni di studiosi e di amministratori. Ebbene, tra questi vanno iscritti appunto anche i fratelli Montini. Ad essi si deve un puntuale e decisivo intervento per la salvaguardia di chiese e opere d’arte bresciane dalla devastazione procurata dal secondo conflitto mondiale.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 26 agosto 2016 )
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 1263